75 pensieri su “Il “Blog degli ex” vi dà il benvenuto!

  1. Massimo Pavanello

    ciao a tutti io ero al poligono del cormons tra il 78/79 e facevo parte del 5° BTG Bolsena
    sono stato due anni fa a Udine ma sia la spaccamela che il poligono erano chiusi
    che bei tempi il mio capitano si chiamava RIDINO ciao a tutti

    Rispondi
  2. Leonardo Boscarato

    ciao Gariboldi

    mi ricordo di te !
    Sono Leonardo Boscarato . . . . . . . quello che aveva la ” mitica 127 verde ” nel parcheggio fuori dal cancello e che con Arlati ho gestito per un po’ lo spaccio !

    presente al PRE campo, campo e dopo campo a Pertegada di Latisana da maggio in poi !

    Rispondi
    1. Federico Arlati

      Ciao Leonardo, come dimenticare la tua “mitica 127 verde” , il poligono del Cormor e il nostro vivere quotidiano da soldati del 5° “Bolsena ” di cui ancora oggi ne vado fiero di averne fatto parte, come dimenticare la nostra condivisa gestione dello spaccio, il juke box che suonava il brano gettonato dai più, che era “Tornerò” dei Santo California, e io non ne potevo più di sentirlo!! A quel punto, ricordi che a tutto volume facevo partire ” The Locomotion” dei Grund Funk Railrod ? Tanto per per riqualificare un po’ il livello musicale dello spaccio !!!!. Ricordi il Sergente Sapia ed il Maresciallo Ignazio Massafra ,il cui soprannome era “Ammazzabubù” e che se ti beccava mentre lo dicevi ti castigava? Ricordi il Mossetti di Brescia ( il cuoco) e i suoi spaghetti aglio e olio “fuori ordinanza ” la sera dopo aver pulito la mensa, quando si era di piantone alla medesima? Come non mi dimentico di Gariboldi ( caporalmaggiore) che abitava a Milano in Via Pacini mentre io ero poco distante abitando al Quartiere Feltre. E come si potrebbe dimenticare il centralinista Belcaro di Padova e l’autista “fuori di testa ” Cornalba di Vigevano? Solo ora facendo ricerche a caso ho scoperto il sito, e avrei piacere di rivedere qualcuno di noi, perché sarebbe un piccolo tuffo nel passato della vita, che per un soffio nel ’99″la nera Signora” non si è portata via la mia. “Non timeo adversa ” fu il primo motto che lessi entrando alla scuola del Genio della Cecchignola prima di arrivare al poligono, e questa massimache mi ha sempre sorretto durante una vita non facile. Spero che qualcuno di voi leggendo queste righe possa rispondere. Un saluto a tutti voi con un po’ di nostalgia! Federico

      Rispondi
  3. Todeschini Martino

    Sono venuto a conoscenza per caso di questo blog e mi a fatto molto piacere rivedere le foto del comandante Blasi. Ho fatto il servizio di leva nel 5sc 83 presso la compagnia Comando e Parco comandata
    dal Cap. Paolo Blasi , spero di riuscire a mettermi in contatto con qualche commilitone .
    Oggi la caserma e’ ancora attiva o dismessa?
    Complimentandomi ancora con lei comandante per il blog le porgo i più’ cordiali saluti.

    Rispondi
    1. Paolo Blasi

      Caro Todeschini nel parteciparle l’immenso piacere che ho avuto a leggere il suo commento volevo precisare che questo blog esiste proprio per consentire incontri e dialoghi per rinverdire ricordi che, a quello che leggo, per i più sono piacevoli. Aspettando ulteriori contatti le rivolgo i miei più cordiali ed affettuosi saluti! Paolo Blasi

      Rispondi
  4. Claudio Donati

    Mi piacerebbe entrare in contatto con tutti quelli che sono stati alla comando e parco da settembre ’79 al giugno ’80. Genieri, sottufficiali e ufficiali.
    Grazie. Un caloroso saluto.

    Claudio Donati

    Rispondi
    1. Paolo Blasi

      Bè noi ci incontriamo a Musi il 6 di ottobre se vuole esserci ne saremo lieti (le modalità le può leggere sul blog)

      Rispondi
  5. carmine amato 1977 compagnia comando e parco del poligono autista a disposizione del comandante

    mi chiamo carmine amato 1976 1977 destinazione udine spaccamela nemmeno un ora ar si parte compagnia comando eparco poligono del cormor sono arrivato in una nuova famiglia mi sono abbituato subito avendo gia scuola da mio padre veterano di guerra corso per la patente e subito in partenza per zone terremotate autista della compagnia mi ricordo del serg. sapia serg.trullu serg.iannotta il caporale maiore salvatore ringrazio il tenete blasi per patente vorrei tanto vedere la caserma un saluto a tutti del 5compagni 5corpo d armata sono su fecebook vorrei sapere quando ci sara la prossimo incontro carmine.amato@alice.it baci e abbracci

    Rispondi
    1. Paolo Blasi

      Giusto giustissimo fra l’altro il Lorenzo De Ruva era della mia Cp ed è successo quando io ero comandante della Cp. C.do e P. E’ stata una vera tragedia il cui ricordo mi addolora sempre in modo molto profondo (ne abbiamo parlato in altra sede!) Sappiate che a primavera mi sono riproposto di organizzare il nostro incontro proprio là dove quei ragazzi hanno perso la vita!

      Rispondi
  6. bigon Filippo

    Buongiorno sig Paolo, sono Bigon del 4/84,chiedevo gentilmente quando sarà il prossimo raduno di noi ex pionieri bolsena, perché ci terrei ad esserci tra voi. Ringraziandola le porgo i miei più cari saluti.¡Bigon Filippo

    Rispondi
  7. Enzo Pasini

    Benvenuto Giudici,
    purtroppo anche di te, solo dal nome, non ho ricordo , ma mi fà comunque piacere leggerti . Dimmi dove eri posizionato in camerata ( se eri in branda nella struttura Ferrario) e il nome di qualche altro della ns compagnia che dormiva vicino a te, che vedo di inquadrare la tua posizione. Io ero nella seconda camerata entrando a sn, al primo piano.
    Ricordo molto bene la Bevilacqua, era divisa solo da un muro con una porta interna che collegava con la Spaccamela. Ma la cosa che meglio ricordo è che un paio di volte sono stato comandato di guardia alla Bevilacqua,
    come ben sai la guardia era di competenza di noi della Spaccamela, e come dicevo ricordo molto bene la differenza di come si mangiava alla Bevilacqua, non dico un ristorante ma quasi. Se avessimo avuto noi quella cucina i ristoranti di Udine avrebbero chiuso per fallimento. Per prima cosa c’erano i piatti e non i vassoi, poi c’era aranciata sui tavoli tutti i giorni (correggimi se la memoria mi inganna), bicchieri di vetro e invece noi nel gavettino (anche l’apparenza a volte poteva servire per farti sentire quasi a casa), invece alla Spaccamela solo un gavettino di aranciata o coca cola alla domenica mezzogiorno. E poi il cibo era una meraviglia, ben curato a differenza di noi della Spacca.
    A risentirci e racconta qualche altro ricordo. Un saluto a te e a Gariboldi che sicuramente ci legge.
    Un saluto anche a Lei Blasi anche se personalmente non ci siamo conosciuti e grazie per questo blog sperando che altri del ns contingente 1° 75 si mettano in contatto, tenendo anche presente che buona parte di noi vecchietti non ha molta dimestichezza con questi infernali aggeggi della tecnologia, ma non disperiamo non si sà mai.
    PS Nella mia precedente dove elencavo i nomi ho tralasciato il serg. Izzo e il Sten Maraniello, entrambi napoletani. Se ci leggono……..noi siamo quì.

    Rispondi
    1. Gianercole Giudici

      Pasini
      Io dormivo al centralino telefonico, le pochissime volte che ho dormito in camerata dormivo nella seconda camerata, i nomi che ricordo sono: Radice, Colturi .
      Mi ricordo anch’io del sergente Izzo.
      Degli Ufficiali mi ricordo il Colonnello Pietravalle , comandante del Reggimento, il Tenente Colonnello Rosciano aiutante maggiore in prima, il tenente colonnello Baldini comandante del Battaglione.
      Ottima la mensa della Bevilacqua, non sembrava una mensa ma un ristorante, anche la disciplina era molto meno rigida alla Bevilacqua.

      Rispondi
  8. Gianercole Giudici

    Gariboldi e Pasini anche io ho fatto parte dal 16/01/75 al 15/02/1976 della prima compagnia del quinto pionieri con incarico 17/A CENTRALINISTA, dopo aver effettuato il corso di centralinista alla caserma Bevilacqua , adiacente alla Spaccamela, sono tornato al centralino della Spaccamela che si trovava al primo piano sopra l’ufficio dell’Ufficiale di Picchetto.

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.